Cerca
    25/11/2011

    Verniciatura ecologica

    Lo stabilimento per la produzione di cabine Volvo Trucks di Umeå è in grado di offrire ai clienti oltre 850 colori. Il motivo di maggiore orgoglio dello stabilimento è, tuttavia, l'officina di verniciatura più ecologica al mondo.

    Nello stabilimento di Umeå niente è impossibile, quando il cliente deve scegliere il colore.

    –Un cliente è venuto in visita qui con sua moglie, dice Denny Westerlund, presso il settore informazioni dello stabilimento. Lei era camionista. Quando gli chiedemmo quale colore volesse, si rivolse alla moglie. Lei probabilmente rimase un po' sorpresa dalla domanda, ma un momento dopo mostrò le sue unghie smaltate e disse «Voglio la cabina di questo colore».

    Detto fatto. Presero un campione dallo smalto per le unghie e fecero delle prove, racconta Denny Westerlund.

    –Alla fine ebbe una cabina che corrispondeva alle sue unghie. Naturalmente questo è un esempio eccezionale, ma dà comunque un'indicazione di ciò che possiamo fare.

    Ma ciò che ci rende più fieri è il lavoro per l'ambiente. Per molti anni abbiamo investito con grande determinazione per diventare un colorificio di classe mondiale, sia in termini di emissioni di solventi nell'aria, sia di efficienza energetica. Tutte le fasi dei processi sono state mappate nei minimi dettagli. Tutti sono stati incoraggiati a fornire suggerimenti e idee e sono stati fatti grandi investimenti.

    E questo ha dato dei risultati. Tra il 1999 e il 2008 il consumo di energia si è ridotto del 30%. Nonostante la cifra sia stupefacente già di per sè, lo è ancora di più in quanto nello stesso periodo la quantità di verniciature è notevolmente aumentata. Una delle ragioni è che le parti in plastica, che in passato venivano verniciate in Belgio, ora si verniciano qui.
    – Quando queste non vengono verniciate nello stesso luogo, è molto difficile che vengano esattamente della stessa tonalità del resto della cabina. Per questo abbiamo scelto di portarle qui, dice Hans Wenngren, responsabile del processo per il trattamento della superficie.

    Il risparmio energetico si è avuto con il riutilizzo dell'aria, sia nelle cabine di verniciatura, che nei locali. L'aria nei locali viene utilizzata come aria di alimentazione nel processo e l'aria nelle cabine di verniciatura viene riutilizzata per il 75% circa. Questo ha fatto sì che il bisogno di apporto di aria fresca sia calato drasticamente. Anche una migliore pianificazione operativa con spegnimento degli impianti, ad esempio durante problemi di funzionamento o quando si creano dei vuoti nel flusso della cabina, ha contribuito a diminuire il consumo di energia. Altra misura di risparmio energetico è l'installazione di motori elettrici ad alta efficienza energetica.

    – Abbiamo anche iniziato a verniciare la plastica insieme alla cabina. Questo ha reso necessario abbassare la temperatura dei forni di polimerizzazione di oltre 50 gradi, il che naturalmente ha ridotto il bisogno di energia. E poiché ci servivano temperature più basse, siamo potuti passare dal gas propano al teleriscaldamento per alimentare i forni, dice Hans Wenngren.

    Il teleriscaldamento ha anche sostituito il petrolio come combustibile e adesso il restante propano negli impianti di combustione è sostituito dal Bio-DME ricavato dalla biomassa. Ma uno dei risparmi energetici più straordinari è il raffreddamento nello stabilimento. Appena fuori dal colorificio si trova il fiumeUme e sotto di esso scorre un fiume glaciale sotterraneo che è freddo durante tutto l'anno. L'acqua fredda viene pompata lungo una condotta di due chilometri nelle condutture dello stabilimento.

    –L'acqua viene poi utilizzata in diversi impianti di raffreddamento. Questo ci ha permesso di eliminare i refrigeratori con gas come il freon, dice Hans Wenngren.

    Con diversi interventi il colorificio è stato modernizzato e la produzione resa più efficiente, portando a una notevole diminuzione dell'utilizzo di vernici e solventi e delle emissione nell'aria. Nel 1988 queste emissioni erano di circa 70 grammi per metro quadrato di superficie della cabina.

    – Oggi la cifra è inferiore a dieci grammi, ben al di sotto del limite UE di 55 grammi per metro quadrato. Anche se abbiamo ancora molta strada da fare, siamo molto soddisfatti del lavoro svolto, dice Hans Wenngren.

    Testo: Jenny Palm  Foto: Sören Håkanlind

    CATEGORIE:
    Altro, Ambiente, Altro
    TAGS:
    Umeå, Svezia, Officina di verniciatura, Colori
    RSS
    VISITARE LA VERSIONE DESKTOP